Ultime news
Ad
Tag

Slider

Browsing

Il property management è l’attività di gestione operativa e strategica di case a fini ricettivi, con lo scopo di ottimizzare la loro redditività, garantire la massima soddisfazione degli ospiti e mantenere elevati standard di qualità: gestione di prenotazioni, manutenzione, pulizie e servizi aggiuntivi, oltre ad attività di marketing per promuovere efficacemente le proprietà sui vari canali di distribuzione.

È una prospettiva interessante anche per le aree rurali interne a fronte dell’ampia disponibilità di abitazioni sotto-utilizzate che, potenzialmente, possono essere trasformate da onere a risorsa per i proprietari e per il territorio.

Tuttavia per intraprendere questa attività in modo professionale è necessario districarsi tra diversi aspetti:

  • Quali sono i criteri, gli approcci da adottare per affrontare il mercato delle case vacanza e locazioni turistiche?
  • Quali sono gli accordi e le condizioni contrattuali che un property manager deve stabilire con il proprietario di un’abitazione?
  • Quali sono i documenti da acquisire per ottenere le idoneità che devono avere le abitazioni per rilasciare contratti di prestazione di servizi ricettivi?
  • Quali sono le formule di partnership più idonee da adottare in un contesto di area rurale periferica?
  • Quali sono gli elementi per valutare la sostenibilità economica di un progetto?
  • In quale modo il p.m. può avere un impatto sociale attivando reti e filiere locali?

Queste ed altre questioni, le affronteremo nel webinar, con il contributo di esperienza e competenza di Maurizio Giambalvo, Responsabile Impatto sociale & progetti speciali di Wonderful Italy, la più grande azienda italiana di ospitalità ed esperienze.

L’appuntamento è per mercoledì 10 luglio alle ore 18.00.

I laboratori FORUM LEADER 2024 “VIVERE LA MONTAGNA” ed “EFFETTO LEADER” promuovono la realizzazione di due WEBINAR centrati sui temi della Valutazione di LEADER e sullo sviluppo rurale in zone montane. I due appuntamenti, previsti per il 27/06/2024 e l’ 11/07/2024 sono un’ importante occasione di approfondimento e di scambio su tematiche cruciali sia per lo sviluppo socioeconomico territoriale sia in ottica professionalizzante. La presenza di autorevoli interlocutori rende, infatti, entrambi gli appuntamenti particolarmente utili a comprendere il quadro tecnico e metodologico degli approcci valutativi in uso, con casi concreti e focus.

Un pool di Gruppi di Azione Locale italiani (EFFETTO LEADER LAB), nel quadro di FORUM LEADER 2024 e in collaborazione con la Scuola Italiana di Sviluppo Locale , intende progett􏰀are e realizzare una collezione di studi e, in parallelo, una campagna di comunicazione, dedicata􏰁 rispetti􏰂vamente all’analisi valutati􏰁va e al racconto di specifiche azioni di sviluppo locale condo􏰀tte nel periodo di programmazione 2014-2022 e/o di azioni e progetti􏰂 previsti􏰁 per la programmazione 2023-2027.

Tali studi saranno realizzati􏰁 da un team composto da un massimo di 20 giovani (che non hanno compiuto 36 anni) laureandi e/o laureati􏰁 capaci di condurre analisi valutati􏰁ve su proge􏰂tti di sviluppo locale e/o esper􏰁ti di comunicazione mul􏰁timediale. I giovani selezionati􏰁, con cui saranno attivati􏰁 contratti􏰂 di collaborazione, lavoreranno in piccoli gruppi che si occuperanno di specifiche realtà territoriali. I contratti􏰂 di collaborazione saranno sti􏰁pulati􏰁 tra ciascun GAL e i candidati􏰁 selezionati􏰁 per effettuare􏰀 le a􏰂ttività di cui al presente avviso.

L’ avviso disciplina i criteri e le modalità per la selezione dei candidati􏰁 e l’assegnazione dei contratti􏰂 di collaborazione finalizzati􏰁 alla realizzazione di progetti􏰂 combinati􏰁 di analisi valutati􏰁va e comunicazione audio- visiva.

Per maggiori info e partecipare scarica l’Avviso e gli Allegati.

La Strategia di Sviluppo Locale del GAL Maiella Verde è incardinata sull’approccio collettivo e collaborativo basato su progetti di cooperazione fra attori riuniti in una formula definita “COMUNITÀ DI PROGETTO” (CP). In tale contesto sono state individuate, tra le atre, specifiche tipologie di Comunità che si occupano di turismo (Accoglienza turistica e Club di prodotto turistico). 

Con questo avviso, al fine di migliorare l’offerta di prodotti di turismo esperienziale nei territori interessati, il GAL Maiella Verde sostiene la progettazione e la sperimentazione di prodotti turistici esperienziali attraverso due iniziative:

  • la selezione di progetti attraverso il presente avviso con copertura di parte dei costi di progettazione e sperimentazione attraverso operazioni a “regia diretta” GAL (questa procedura quindi non prevede la concessione da parte del GAL di aiuti a beneficiari terzi); 
  • un percorso di empowerment e capacity building che mira a fornire le competenze e le conoscenze necessarie per la messa a punto di prodotti turistici esperienziali, articolato in sei webinar tra aprile e maggio 2024 (in particolare gli incontri del 7 e del 14 maggio saranno dedicati al tema della progettazione delle esperienze).

SCARICA L’AVVISO E GLI ALLEGATI PRESENTI DI SEGUITO

Il bando sostiene gli investimenti pubblici improduttivi e non generatori di entrate, in piccole infrastrutture di accoglienza e fruizione organizzate per intercettare target specifici di turisti.

Beneficiari: Enti Pubblici.

Localizzazione: gli interventi devono essere realizzati nel territorio interessato dal PSL 2014-2022 del GAL.

Intensità ed entità aiuto: Il Sostegno pubblico è pari al 90% dei costi dell’investimento ammissibili.

L’entità massima del contributo concedibile è pari ad € 60.000,00.

Il contributo minimo richiedibile deve essere superiore a € 10.000,00.

Disponibilità finanziaria: € 363.728,11. La dotazione finanziaria potrà essere aumentata in ragione del maggior ammontare di contributi richiesti ammissibili e dalla possibilità di utilizzare risorse finanziarie non impegnate negli altri sotto interventi o nuove somme disponibili.

Interventi:

  • realizzazione, ristrutturazione, adeguamento ed informatizzazione di punti di informazione turistica compreso gli arredi e le dotazioni tecnologiche;
  • individuazione, realizzazione, ripristino e adeguamento di itinerari tematici a scopo didattico ricreativo (cultura, storia, natura, enogastronomia), percorsi attrezzati (escursionismo, ippoturismo, birdwatching, trekking, mountain bike, orienteering, sci di fondo, canoa, roccia), piste ciclabili;
  • realizzazione, ristrutturazione ed adeguamento di strutture per l’accesso e la fruizione di aree rurali e naturali (ostelli, rifugi, bivacchi, aree di sosta per campeggio, aree attrezzate per camper, aree pic-nic, punti sosta, punti esposizione);
  • realizzazione, ristrutturazione, adeguamento ed informatizzazione di centri visita, musei, orti botanici;
  • realizzazione e/o recupero anche con tecniche di bioedilizia dei manufatti rurali e/o storico culturali per incentivare l’offerta turistica (ricettività diffusa, eco-alberghi, spazi culturali);
  • riutilizzazione sostenibile degli immobili e degli spazi pubblici non utilizzati per finalità turistiche.

Costi ammissibili a finanziamento:

  • ristrutturazione, ampliamento ed adeguamento di beni immobili finalizzati alla realizzazione dell’intervento;
  • sistemazione, adeguamento e miglioramento delle aree esterne di pertinenza degli immobili di cui al punto precedente (entro il limite del 10%);
  • realizzazione e ripristino di infrastrutture di servizio come sentieristica e accessi secondari, cartellonistica e segnaletica informativa, piccole strutture ricreative, rifugi, punti informazione o di osservazione;
  • acquisto di impianti, arredi (incluse tabelle e segnaletica per percorsi di mobilità lenta), attrezzature e strumentazioni utili alla funzionalizzazione degli immobili;
  • investimenti immateriali connessi alla realizzazione e divulgazione dell’intervento (entro il limite del 10%);
  • elaborazione, analisi e studio di forme innovative di gestione delle infrastrutture di cui al presente intervento (entro il limite del 20%);
  • imposta sul valore aggiunto, qualora non recuperabile;
  • spese generali nel limite massimo del 10% delle spese ammissibili.

Ciascun soggetto richiedente può presentare una sola domanda di sostegno.

Le domande di sostegno vanno indirizzate al GAL esclusivamente per via telematica utilizzando il Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN) disponibile all’indirizzo www.sian.it.

Le domande di sostegno possono essere presentate/rilasciate sul portale SIAN entro massimo 60 dalla data di pubblicazione del Bando sul portale SIAN.

 Data di Pubblicazione bando: 26/03/2024.

Data di apertura del bando per la compilazione e trasmissione telematica delle domande di sostegno sul portale SIAN: 26/03/2024.

Data ultima per la presentazione delle domande di sostegno: 24/05/2024.

SCARICA IL BANDO

SCARICA GLI ALLEGATI

Dal 19 al 22 novembre, nell’ambito del Forum Leader Giovani, 7 ragazzi provenienti da tutta Italia sono stati ospitati a San Giovanni Lipioni, borgo dell’entroterra vastese, per prendere parte al laboratorio tematico, “Riabitare i territori periferici”, organizzato dal GAL Maiella Verde.

Il Laboratorio si è concluso con l’elaborazione di un progetto incentrato sulla comunità locale e sul paese di San Giovanni Lipioni. Il lavoro è stato presentato venerdì 23 novembre a Venezia nel corso del Forum Leader, il convegno nazionale dei Gal italiani che quest’anno è giunto alla sua quarta edizione.


Lunedì 20 novembre, presso l’Agriturismo Caniloro (Lanciano), appuntamento con l’olio nuovo.

In una serata conviviale, nell’ambito dei progetti “Oli Monovarietali” e “Cucina Popolare Frentana” del Gal Maiella Verde, conosceremo e degusteremo gli extravergini monovarietali di nuova produzione. Saranno presenti i produttori.

La degustazione sarà guidata da Bruno Scaglione, coordinatore Abruzzo e Molise della Guida Extravergini di Slow Food.

A seguire un breve percorso enogastronomico con l’Evo protagonista di alcune preparazioni della cucina popolare frentana: maccarune a la trappitara, pizza scima, cellipieni.

Trigno Residenza Diffusa è un progetto supportato dal Gal Maiella Verde che intende migliorare la qualità della vita dei soggetti fragili in particolare degli anziani nell’area dell’Alto Vastese in Abruzzo. L’attenzione è rivolta ad affrontare le problematiche tipiche delle aree interne, tra cui quelle dell’assistenza sanitaria, dello spopolamento dei borghi e del relativo degrado edilizio nonché della lontananza dai servizi essenziali.

Il progetto sviluppa un modello di comunità al servizio delle persone anziane promuovendo l’innovazione e ricorrendo alle soluzioni offerte dalle tecnologie digitali e investendo nel recupero di edifici e spazi pubblici per adibirli a nuove attività o per creare occasioni di interazione sociale e culturale in un’ottica di sviluppo della silver economy.