Ultime news
Ad
Tag

Slider

Browsing

Il percorso di empowerment e capacity building mira a fornire ai referenti delle comunità di progetto (turistiche) e ad altri operatori turistici ed esperienziali presenti sul territorio le competenze e le conoscenze necessarie per comprendere come gestire al meglio la fase di start-up di una destinazione turistica. 

ARTICOLAZIONE E DURATA DEL PERCORSO

Il percorso è articolato in due fasi distinte:

  • Un ciclo di webinar tematici di due ore che si svolgeranno nel periodo aprile-maggio 2024
  • Un’attività di coaching che si svolgerà nel periodo giugno-settembre.

CALENDARIO DEI WEBINAR TEMATICI

16 aprileEvoluzione del turismo: quali sono stati i cambiamenti più significativi del turismo degli ultimi anni e le prospettive attuali. Un excursus e una prospettiva di futuro.
23 aprileLa Mappatura dei Flussi Turistici.  Obiettivo: Comprendere come raccogliere e analizzare informazioni sui flussi turistici per creare progetti strategici e puntuali nel territorio. 
7 maggioIl Prodotto di Destinazione: Best Practice.  Obiettivo: Esplorare le migliori pratiche nella creazione, sviluppo e promozione del prodotto turistico locale. 
14 maggioLa Creazione delle Esperienze. Obiettivo: Imparare a progettare e offrire esperienze turistiche autentiche e coinvolgenti. 
22 maggioLe Nuove Forme di Comunicazione.  Obiettivo: Esaminare strategie di comunicazione innovative per promuovere la destinazione attraverso le esperienze.
28 maggioLa Governance: Casi ed Esperienze.  Obiettivo: Analizzare casi di successo nella gestione delle destinazioni e apprendere le dinamiche della governance.

I webinar saranno tenuti da Paolo Grigolli, esperto in Destination Management.
Di seguito una breve bio del relatore.

Dopo una laurea in Economia e Commercio all’Università di Roma La Sapienza, il Master
in Marketing dei Servizi e alcune esperienze lavorative in Italia e all’estero diviene direttore
dell’Azienda Speciale della Camera di Commercio e successivamente della Scuola di
Management del Turismo e della Cultura di tsm-Trentino School of Management
dedicandosi alla progettazione e allo sviluppo di azioni di ricerca-intervento e formazione
manageriale.
Dagli anni ’90 ad oggi porta avanti l’attività di consulenza per progetti legati allo sviluppo
locale e al turismo in diverse regioni italiane oltre a Romania, Croazia, Grecia, Repubblica
dell’Altaj, Caucaso, Cile, Uzbekistan, Vietnam e altri paesi per conto di diverse
organizzazioni internazionali tra cui INFORMEST di Gorizia, OCSE, WTO e USAID.
E’ consigliere di amministrazione di OPES FUND che si occupa di progetti di impresa
sociale in India ed East Africa ed è stato nel CdA di Wonderful Italy, start up legata
all’ospitalità turistica creata dal fondo OLTREVenture.
Dal 2010 è membro del Comitato Scientifico di AITR (Associazione Italiana Turismo
Responsabile) e dal 2013 è membro dell’advisory board di Natourism srl, incubatore di
impresa nell’ambito turistico.
Nel 2011 ha curato la pubblicazione “Turismi responsabili”, ed. Franco Angeli.
Nel 2016 ha tenuto lo speech introduttivo agli Stati Generali del Turismo di Pietrarsa e ha
partecipato al Comitato Scientifico del MiBact per la redazione del Piano strategico
nazionale.
Collabora nei corsi di laurea con l’Università IULM di Milano ed è responsabile del modulo
di Destination Management del Master in Hospitality Management dell’Università
Parthenope di Napoli.
Con il progetto #OP17 al Lago di Molveno è stato selezionato al Padiglione Italia della
Biennale di Architettura di Venezia 2018 con il Collettivo OP.
Ha visitato 84 paesi dei cinque continenti per lavoro e curiosità
.

Il primo webinar si terrà martedì 16 aprile alle ore 17.00.

Il bando sostiene gli investimenti pubblici improduttivi e non generatori di entrate, in piccole infrastrutture di accoglienza e fruizione organizzate per intercettare target specifici di turisti.

Beneficiari: Enti Pubblici.

Localizzazione: gli interventi devono essere realizzati nel territorio interessato dal PSL 2014-2022 del GAL.

Intensità ed entità aiuto: Il Sostegno pubblico è pari al 90% dei costi dell’investimento ammissibili.

L’entità massima del contributo concedibile è pari ad € 60.000,00.

Il contributo minimo richiedibile deve essere superiore a € 10.000,00.

Disponibilità finanziaria: € 363.728,11. La dotazione finanziaria potrà essere aumentata in ragione del maggior ammontare di contributi richiesti ammissibili e dalla possibilità di utilizzare risorse finanziarie non impegnate negli altri sotto interventi o nuove somme disponibili.

Interventi:

  • realizzazione, ristrutturazione, adeguamento ed informatizzazione di punti di informazione turistica compreso gli arredi e le dotazioni tecnologiche;
  • individuazione, realizzazione, ripristino e adeguamento di itinerari tematici a scopo didattico ricreativo (cultura, storia, natura, enogastronomia), percorsi attrezzati (escursionismo, ippoturismo, birdwatching, trekking, mountain bike, orienteering, sci di fondo, canoa, roccia), piste ciclabili;
  • realizzazione, ristrutturazione ed adeguamento di strutture per l’accesso e la fruizione di aree rurali e naturali (ostelli, rifugi, bivacchi, aree di sosta per campeggio, aree attrezzate per camper, aree pic-nic, punti sosta, punti esposizione);
  • realizzazione, ristrutturazione, adeguamento ed informatizzazione di centri visita, musei, orti botanici;
  • realizzazione e/o recupero anche con tecniche di bioedilizia dei manufatti rurali e/o storico culturali per incentivare l’offerta turistica (ricettività diffusa, eco-alberghi, spazi culturali);
  • riutilizzazione sostenibile degli immobili e degli spazi pubblici non utilizzati per finalità turistiche.

Costi ammissibili a finanziamento:

  • ristrutturazione, ampliamento ed adeguamento di beni immobili finalizzati alla realizzazione dell’intervento;
  • sistemazione, adeguamento e miglioramento delle aree esterne di pertinenza degli immobili di cui al punto precedente (entro il limite del 10%);
  • realizzazione e ripristino di infrastrutture di servizio come sentieristica e accessi secondari, cartellonistica e segnaletica informativa, piccole strutture ricreative, rifugi, punti informazione o di osservazione;
  • acquisto di impianti, arredi (incluse tabelle e segnaletica per percorsi di mobilità lenta), attrezzature e strumentazioni utili alla funzionalizzazione degli immobili;
  • investimenti immateriali connessi alla realizzazione e divulgazione dell’intervento (entro il limite del 10%);
  • elaborazione, analisi e studio di forme innovative di gestione delle infrastrutture di cui al presente intervento (entro il limite del 20%);
  • imposta sul valore aggiunto, qualora non recuperabile;
  • spese generali nel limite massimo del 10% delle spese ammissibili.

Ciascun soggetto richiedente può presentare una sola domanda di sostegno.

Le domande di sostegno vanno indirizzate al GAL esclusivamente per via telematica utilizzando il Sistema Informativo Agricolo Nazionale (SIAN) disponibile all’indirizzo www.sian.it.

Le domande di sostegno possono essere presentate/rilasciate sul portale SIAN entro massimo 60 dalla data di pubblicazione del Bando sul portale SIAN.

 Data di Pubblicazione bando: 26/03/2024.

Data di apertura del bando per la compilazione e trasmissione telematica delle domande di sostegno sul portale SIAN: 26/03/2024.

Data ultima per la presentazione delle domande di sostegno: 24/05/2024.

SCARICA IL BANDO

SCARICA GLI ALLEGATI

 

Dal 19 al 22 novembre, nell’ambito del Forum Leader Giovani, 7 ragazzi provenienti da tutta Italia sono stati ospitati a San Giovanni Lipioni, borgo dell’entroterra vastese, per prendere parte al laboratorio tematico, “Riabitare i territori periferici”, organizzato dal GAL Maiella Verde.

Il Laboratorio si è concluso con l’elaborazione di un progetto incentrato sulla comunità locale e sul paese di San Giovanni Lipioni. Il lavoro è stato presentato venerdì 23 novembre a Venezia nel corso del Forum Leader, il convegno nazionale dei Gal italiani che quest’anno è giunto alla sua quarta edizione.


Lunedì 20 novembre, presso l’Agriturismo Caniloro (Lanciano), appuntamento con l’olio nuovo.

In una serata conviviale, nell’ambito dei progetti “Oli Monovarietali” e “Cucina Popolare Frentana” del Gal Maiella Verde, conosceremo e degusteremo gli extravergini monovarietali di nuova produzione. Saranno presenti i produttori.

La degustazione sarà guidata da Bruno Scaglione, coordinatore Abruzzo e Molise della Guida Extravergini di Slow Food.

A seguire un breve percorso enogastronomico con l’Evo protagonista di alcune preparazioni della cucina popolare frentana: maccarune a la trappitara, pizza scima, cellipieni.

Trigno Residenza Diffusa è un progetto supportato dal Gal Maiella Verde che intende migliorare la qualità della vita dei soggetti fragili in particolare degli anziani nell’area dell’Alto Vastese in Abruzzo. L’attenzione è rivolta ad affrontare le problematiche tipiche delle aree interne, tra cui quelle dell’assistenza sanitaria, dello spopolamento dei borghi e del relativo degrado edilizio nonché della lontananza dai servizi essenziali.

Il progetto sviluppa un modello di comunità al servizio delle persone anziane promuovendo l’innovazione e ricorrendo alle soluzioni offerte dalle tecnologie digitali e investendo nel recupero di edifici e spazi pubblici per adibirli a nuove attività o per creare occasioni di interazione sociale e culturale in un’ottica di sviluppo della silver economy.

Giovedì 26 ottobre, a partire dalle ore 17.00, appuntamento a Celenza sul Trigno con la tavola rotonda “Trigno residenza diffusa, da comunità di progetto ad eccellenza rurale“.

Trigno Residenza Diffusa è un progetto supportato dal Gal Maiella Verde che intende migliorare la qualità della vita dei soggetti fragili in particolare degli anziani nell’area dell’Alto Vastese in Abruzzo.

Di seguito il programma della tavola rotonda “Trigno residenza diffusa, da comunità di progetto ad eccellenza rurale“.

Continua il percorso di animazione territoriale del GAL Maiella Verde con incontri dedicati e focus group in vista della nuova Strategia di Sviluppo Locale 2023-2027.

Ieri pomeriggio, presso i locali del CedTerra di Casalincontrada, si è tenuto un focus group propedeutico alla nuova programmazione al quale hanno preso parte gli amministratori locali, gli operatori economici e i portatori d’interesse delle aree comprese tra i comuni di Bucchianico, Casalincontrada, Fara Filiorum Petri, Guardiagrele, Pennapiedimonte, Pretoro, Roccamontepiano, San Martino sulla Marrucina, Vacri e confinanti.