Ultime news
Ad
Tag

Comunità di Progetto

Browsing

Un workshop dedicato alla conservazione del patrimonio naturale dei Gessi nei Monti Frentani.

Con l’intervento di:

– Nino Martino, direttore AIGAE e Master Parchi Unimercatorum.
– Adele Garzarella, Presidente sezione Abruzzo SIGEA – Societa’ italiana Geologia Ambientale.
– Nicola Labrozzi, Presidente Ordine Geologi d’Abruzzo.
– Nevio Agostini, Direttore Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola.

Webinar: la conservazione del patrimonio naturale dei Gessi nei Monti Frentani, strumenti ed opportunità

Martedì 19 luglio, alle ore 19.00, si terrà un workshop on line dedicato alla conservazione del patrimonio naturale dei Gessi nei Monti Frentani.

Interverranno: 

– Nino Martino, direttore AIGAE e Master Parchi Unimercatorum.
– Adele Garzarella, Presidente sezione Abruzzo SIGEA – Societa’ italiana Geologia Ambientale.
– Nicola Labrozzi, Presidente Ordine Geologi d’Abruzzo.
– Nevio Agostini, Direttore Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola.

Giovedì 23 Giugno alle ore 15.30 presso il Museo Etnografico di Bomba si terrà il secondo laboratorio d’incubazione della Comunità Ospitale Sangro Autentico. 

Durante il laboratorio verranno organizzati tavoli di lavoro per analizzare gli attrattori presenti sul territorio e progettare insieme due itinerari turistici che verranno sperimentati nel mese di luglio.

Sono invitati a partecipare le amministrazioni comunali, le associazioni, le strutture ricettive, gli operatori turistici e le aziende e tutta la comunità iscritta alla Comunità di Progetto e non, dei comuni del Sangro Autentico:

ARCHI – BOMBA – BORRELLO – CIVITALUPARELLA – COLLEDIMEZZO – FALLO – GAMBERALE – MONTAZZOLI – MONTEBELLO SUL SANGRO – MONTEFERRANTE – MONTELAPIANO – PERANO – PIETRAFERRAZZANA – PIZZOFERRATO – QUADRI – ROIO DEL SANGRO – ROSELLO – TORNARECCIO – VILLA SANTA MARIA

Lo scorso 9 Giugno, presso il Museo Etnografico di Bomba, si è tenuto il primo laboratorio della Comunità Ospitale Sangro Autentico.
E’ stato il primo di una serie di appuntamenti finalizzati a mappare gli elementi caratterizzanti la sostenibilità locale intesa come equilibrio tra la tutela ambientale, lo sviluppo economico e la componente sociale.

Il progetto della Comunità Ospitale Sangro Autentico si basa sul modello di “destination management” ideato dall’Associazione Borghi Autentici d’Italia, finalizzato a creare destinazioni turistiche sostenibili e green, coinvolgendo la comunità territoriale.

La Comunità Ospitale interessa 19 comuni della Val di Sangro, coinvolge oltre cento operatori tra cui amministrazioni comunali, produttori, aziende turistiche, associazioni, fornitori di servizi turistici e privati cittadini interessati a contribuire all’ospitalità del proprio borgo.

Il ciclo di laboratori in programma, circa 12, saranno finalizzati all’ideazione di tre output principali, essenziali per iniziare a porre le basi per un’accoglienza ospitale e sostenibile con la cooperazione di tutti gli attori presenti sul territorio.

Gli output prefissati sono:

1) carta della sostenibilità qualificante, una mappa degli elementi caratterizzanti l’identità territoriale e delle linee guida per la ricettività e l’ospitalità sostenibile.

2) linee guida di un piano di miglioramento che individui gli interventi principali da realizzare a cura dei Comuni e/o dei privati per l’implementazione costante dell’offerta territoriale in termini di sostenibilità e attrattività.

3) una mappa dei punti di interesse che rappresenterà uno strumento di diffusione e promozione del territorio coinvolto nella Comunità di Progetto, concepita in tre diversi formati: immagini per siti web e canali social, pdf scaricabili, cartellonistica stradale.

Il progetto sarà coordinato da Marina Castaldini per la Fondazione Futurae Onlus, soggetto attuatore del progetto, animato da Rosaria Nelli, imprenditrice turistica locale, e da Paolo Granà, accompagnatore turistico.
Si occuperà dell’organizzazione dell’operatività dei laboratori Marzia Bassi, consulente in comunicazione nel settore turistico.

Il secondo laboratorio si terrà il 23 giugno e sarà incentrato sullo studio e l’analisi di due itinerari turistici che saranno sperimentati sul campo a luglio.

L’invito a contribuire alla progettazione e alla realizzazione della destinazione turistica della Comunità Ospitale del Sangro Autentico è rivolto a tutta la popolazione: aziende, associazioni, produttori, enti pubblici, imprenditori, artigiani e privati cittadini.

Giovedì 9 Giugno alle ore 16.00 presso il Museo Etnografico di Bomba si terrà il primo laboratorio d’incubazione della Comunità Ospitale Sangro Autentico dal titolo “Distretto della Sostenibilità Ambientale”.
Sarà il primo di una serie di appuntamenti finalizzati a mappare gli elementi caratterizzanti la sostenibilità locale intesa come equilibrio tra la tutela ambientale, lo sviluppo economico e la componente sociale.
Sono invitati a partecipare le amministrazioni comunali, le associazioni, le strutture ricettive, gli operatori turistici, le aziende e tutta la comunità iscritta alla Comunità di Progetto e non, dei comuni del Sangro Autentico:

ARCHI – BOMBA – BORRELLO – CIVITALUPARELLA – COLLEDIMEZZO – FALLO – GAMBERALE – MONTAZZOLI – MONTEBELLO SUL SANGRO – MONTEFERRANTE  – MONTELAPIANO – PERANO  – PIETRAFERRAZZANA – PIZZOFERRATO – QUADRI – ROIO DEL SANGRO – ROSELLO  – TORNARECCIO – VILLA SANTA MARIA

Le recenti evoluzioni normative e le misure economiche indicate nel Piano nazionale di ripresa e resilienza (2,2 miliardi di euro di finanziamenti dedicati a CER) previste per i Comuni con meno di 5 mila abitanti, genereranno interessanti opportunità per la realizzazione di questo tipo di iniziative che tuttavia, per essere attuate con successo, necessitano di un’adeguata progettualità e un’efficiente organizzazione dei servizi di supporto.

Ne abbiamo parlato con Attilio Piattelli (Italia Solare e Impresa 21), Raffaele Spadano (Montagne in Movimento), Carlo Tacconelli ( Engreen srl) e Giuseppe Di Marco di Legambiente Abruzzo.

Live webinar: le Comunità Energetiche, istruzioni per l’uso

La Strategia di Sviluppo Locale del GAL Maiella Verde è incardinata sull’approccio collettivo e collaborativo basato su progetti di cooperazione fra attori riuniti in una formula definita “COMUNITÀ DI PROGETTO”.

L’avviso è finalizzato a identificare le Comunità di Progetto operanti nel territorio Leader del GAL Maiella Verde e selezionare i progetti integrati da sostenere nell’ambito dell’attuazione del Piano di Sviluppo Locale.

A questa nuova edizione possono partecipare:

  • nuove Comunità di Progetto che si candidino per il riconoscimento;
  • Comunità di Progetto esistenti.

Saranno prese in considerazione le candidature presentate entro il 30 giugno 2022.

Per la presentazione dei progetti integrati è prevista la scadenza del 31 luglio 2022.

Vai all’AVVISO

Negli ultimi anni si parla sempre più di aree interne, sia in termini di sviluppo che di attrattività.

Il turismo riveste per questi territori un’opportunità irrinunciabile, grazie alla sua caratteristica di promotore di economia circolare.

Le politiche nazionali e regionali si stanno muovendo in tal senso riservano per questi territori ingenti risorse, che devono però trovare capacità di intercettazione e poi gestione da parte dei territori stessi.  

La Cooperazione di comunità è oggi un fenomeno sociale ed economico in costante crescita che può dare risposta a queste esigenze

“Un insieme di persone che lavorano per il bene comune”, può essere questa una sintetica ma esaustiva definizione di quali siano gli scopi e le modalità di questo tipo di impresa, oggi non ancora ben inquadrata a livello normativo.

L’incontro avrà ha lo scopo di presentare le potenzialità delle Cooperative di comunità nel contesto della Comunità Medio Vastese con un focus particolare sul ruolo che le cooperative hanno per la gestione degli attrattori e dei servizi turistici. 

Interverranno Massimiliano Monetti (Presidente Confcooperative Abruzzo) e Carlo Ricci (GAL Maiella Verde), con la moderazione di Alessio Massari (coordinatore Comunità di Progetto Medio Vastese).
Apertura dei lavori con il sindaco di Gissi, Agostino Chieffo.

L’appuntamento è per martedì 16 novembre, presso il Museo Storico Etnografico di Gissi, a partire dalle ore 18.30.

Di seguito il programma dell’incontro.